Per misurare il livello di inclusione dei brand in una prospettiva customer based e verificare il reale impegno delle aziende sulla D&I.

Per ciascuna edizione dei Diversity Brand Summit, i top brand emersi come più inclusivi dai risultati del Diversity Brand Index e i loro progetti con più alto impatto sociale.

TOP BRAND 2019

Winner 2019

Per aver lavorato in maniera innovativa,multicanale e multidisciplinare sulla D&I, agendo in modo integrato sull’empowerment e sulla self confidence
per la piena autorealizzazione delle persone; un’azienda  che ha fornito spunti, strumenti e competenze per l’abbattimento delle barriere, utilizzando toni anche leggeri e ironici.

photo

A partire dall’interno, American Express propone azioni legate alla comunicazione interna e legate ai dipendenti: infografiche e materiale visivo per raccontare l’inclusione e il valore della diversità al lavoro.

photo

L’amore in tutte le sue forme. Coca Cola ha preso posizione per i diritti civili della comunità LGBT+. Il brand leader nel beverage ha lanciato una lattina special edition, distribuita in occasione del mese del Pride.

photo

L’inclusione è tutta un’altra pasta. Lo storico pastifico napoletano ha puntato su una campagna video distribuita online sui social. Obiettivo: scardinare gli stereotipi legati al genere e all’età.

photo

Le passioni fanno la differenza. La multinazionale svizzera ha lanciato le ‘Emotional Communty’ ovvero team interni per diffondere una cultura aziendale nuova e incentrata sulle proprie passioni e diversità.

photo

Il giro d’Italia dell’inclusione. Il colosso italiano di telecomunicazioni ha promosso una serie di eventi rivolti  alla popolazione aziendale, tutti concentrati in una speciale settimana e distribuiti sul territorio italiano.

photo

La ricetta perfetta della diversità. Il brand emiliano ha lanciato una special edition di spaghetti N°5 per celebrare l’inclusione in termini di orientamento sessuale e affettivo partendo dalle forme artistiche

photo

Una campagna di responsabilità rivolta in particolare al trade. Un modo per promuovere con specifici video una sessualità consapevole e responsabile, libera da pregiudizi e rispettosa di ogni diversità.

photo

La compagnia assicurativa svizzera operante in tutta Europa ha deciso di promuovere corsi di autodifesa per le donne. Un modo per conoscere meglio se stesse ed essere più consapevoli e sicure.

photo

Lo sport che include sul piccolo schermo. La tv pubblica ha siglato un protocollo col Comitato Paralimpico italiano. In questo modo sono stati realizzati programmi sportivi dedicati alla disabilità nello sport.

photo

Acqua arcobaleno. Il brand del gruppo Ferrarelle ha sostenuto lo scorso anno il Pride di Milano e Roma. Per l’occasione è stata prodotta e distribuita una special edition rainbow della bottiglietta d’acqua.

photo

Il buon esempio che parte dall’alto. La comunicazione interna ed esterna e i canali digitali hanno visto il coinvolgimento del vertice del colosso bancario, tutti coinvolti in veste di ambasciatori di inclusione.

photo

L’azienda italiana che accoglie. La catena italiana di distribuzione di generi alimentari ha inserito ragazze e ragazzi con sindrome di Asperger all’interno del contesto organizzativo, lavorando nella comunicazione.

photo

La banca online olandese presente in più di 40 Paesi sostiene una serie di eventi legati alla diversità. Tra questi il festival Mix di Milano, kermesse nata nel 1986 e dedicato al cinema queer e alla cultura LGBT+.

photo

Il network satellitare ha prodotto tre episodi, trasmessi poi su Cielo, dedicati alla Legge Cirinnà, ovvero alla legge che ha istituito le unioni civili in Italia. A rispondere ai quesiti la senatrice Monica Cirinnà.

photo

Lo sport come opportunità. La multinazionale ha lanciato la prima piattaforma con le informazioni per le persone con disabilità che vogliono praticare sport in Italia arrivando a creare una vera e propria community.

photo

Il supermercato è di tutt*, nessuno escluso. E anche la spesa si fa meglio in un contesto più coinvolgente. Così Carrefour ha ripensato il punto vendita rendendolo più accogliente per le persone con autismo.

photo

L’autenticità è tutta un’altra storia. Il progetto editoriale ha lanciato su Facebook video-interviste a donne comuni con storie straordinarie e a donne molto note in occasioni comuni, puntando sull’autenticità.

photo

Il brand di dermocosmetica ha ideato una corsa al femminile aperta a donne e uomini, veicolata con una campagna social. E poi ha realizzato corsi con il burlesque visto come strumento di empowerment femminile.

photo

L’operatore del mercato libero dell’energia elettrica e del gas naturale ha realizzato una campagna pubblicitaria multicanale. Al centro l’energia vitale di ogni individuo senza distinzioni e discriminazioni.

TOP BRAND 2018

Winner 2018

photo
photo
photo
photo

ARE YOU READY TO JOIN US?